Indagini Estero

Non ti puoi permettere di perdere forniture con potenziali clienti né fornire clienti insolventi.
I criteri di valutazione A.R.C. sono improntati a rigorosi percorsi di indagine per cui:

Ditta recente

Vi sono precedenti imprenditoriali?
Le banche hanno già concesso affidamenti?
Vi sono legami con altre aziende?
Vi sono ditte fallite o precarie in ambito famigliare?
Esiste valida consistenza patrimoniale? Ecc…

Ditta avviata

Il bilancio è attendibile, e qual’è il miglior criterio di valutazione?
Ci sono aziende collegate e come procedono?
La situazione è prossima al contenzioso?
Vi è disponibilità di credito e come viene utilizzato? Ecc…

Ditta protestata

Ha fatto investimenti eccessivi ma ha ancora risorse per proseguire o evolverà verso il fallimento?
Potrò recuperare il mio credito? Ecc…

Valutazione potenziale su ditte di recente costituzione, variazione soci, subingresso

  • Indicazioni in positivo: competenze acquisite, risorse patrimoniali, possibilità di accesso al credito, fonti di reddito integrative, finanziamenti di terzi, appartenenza ad un gruppo.
  • Indicazioni in negativo: insolvenze pregresse in capo a congiunti, soci taciti, ditte preesistenti in ambito famigliare ecc…
  • Indicazioni neutre, rischio imprenditoriale puro.

Individuazione delle situazioni di insolvenza latente o potenziale

  • Investimenti eccedenti le effettive disponibilità finanziarie.
  • Bassa o insufficiente capitalizzazione, utili non reali integrati da proventi straordinari che incidono sul patrimonio aziendale.
  • Elevate scorte di magazzino, obsolescenza macchinari, assunzione lavori a bassa remunerazione.
  • Dipendenza da un unico cliente con rischio di fallimento cumulativo.
  • Orario ridotto, licenziamenti, cassa integrazione, elevata mobilità del personale.
  • Disparità di trattamento dei fornitori, frequenti contestazioni.
  • Verifica attendibilità bilanci.
  • Analisi bilanci con criteri di “alta finanza”, con valutazione dell’attendibilità dei dati e comparazione tra gli esercizi per il rilevamento dei movimenti finanziari.

Individuazione delle situazioni di insolvenza mascherata

  • Esasperato utilizzo delle fonti di finanziamento.
  • Frequenti sconfinamenti, titoli pagati in extremis.
  • Rifiuto o revoca affidamenti.
  • Anomalo intensificarsi delle richieste di controllo.
  • Interventi per Recupero Crediti.
  • Protesti occulti a nome di congiunti, conviventi, soci taciti o recessi, presso precedenti abitazioni, ad indirizzi diversi per variazioni toponomastiche, a carico di consociate, collegate, controllate.
  • Precedenti negativi di esponenti o soci: fallimenti, procedure concorsuali ecc…

Verifica dell'insolvenza palese

  • Protesti.
  • Decreti, pignoramenti, esecuzioni immobiliari.
  • Istanze di fallimento, concordato, amministrazione controllata ecc…

Determinazione della solvibilità e del consolidamento aziendale

  • Apertura di nuove sedi, rinnovamento struttura.
  • Creazione di nuovi prodotti, apertura a nuovi mercati.
  • Investimenti in tecnologie, importanti campagne pubblicitarie.
  • Assunzione di importanti appalti, commesse.
  • Ottenimento di nuovi affidamenti, apporto di capitali, emissioni di prestiti obbligazionari, finanziamenti soci.